Come ridurre il COGS aziendale

Home » Come ridurre il COGS aziendale
0
(0)

Se state cercando di aumentare la vostra redditività senza dover ampliare la vostra offerta di prodotti o la vostra base di clienti, una strategia molto efficace è quella di ridurre strategicamente il costo del venduto (COGS). Identificando e implementando misure per ridurre le spese associate all’acquisto dei prodotti offerti, potete migliorare significativamente i vostri margini di profitto. Questo approccio vi permette di aumentare i vostri guadagni senza dover affrontare le sfide e le richieste inerenti alla diversificazione della vostra gamma di prodotti o all’estensione del vostro raggio d’azione a una clientela più ampia.

La riduzione del COGS implica un esame meticoloso dei vari elementi che contribuiscono ai costi diretti sostenuti per portare i prodotti sul mercato. Ciò include l’esame delle spese relative alle materie prime, alla manodopera, alla produzione e a qualsiasi altro componente integrante del processo produttivo. Ottimizzando questi fattori di costo, non solo si rafforzano i margini di profitto, ma si consolida anche la salute finanziaria dell’azienda.

In sostanza, la bellezza di questo approccio risiede nella sua capacità di fornire un impatto diretto e immediato sui vostri profitti. A differenza delle strategie che richiedono grandi sforzi di marketing o lo sviluppo di linee di prodotti completamente nuove, la riduzione del COGS consente di migliorare le prestazioni finanziarie con relativa semplicità. Si tratta di una manovra strategica che si concentra sull’efficienza operativa e sull’efficacia dei costi, offrendo un percorso sostenibile per aumentare la redditività.

Una panoramica concisa sul costo del venduto (COGS)

Nel regno in continua evoluzione delle operazioni commerciali, una metrica cruciale che ha un peso significativo nella gestione finanziaria è il Costo del venduto (COGS).

Che cos’è il COGS?

Il COGS, o Costo del venduto, si riferisce al totale dei costi diretti sostenuti da un’azienda per produrre i beni o i servizi che vende in un determinato periodo. Comprende le spese direttamente associate alla produzione o all’acquisto dei prodotti, come le materie prime, la manodopera e le spese generali di produzione. Il calcolo del COGS è fondamentale per determinare l’utile lordo di un’azienda e per valutare la sua performance finanziaria complessiva.

La scomposizione del COGS comporta la separazione in due componenti distinte: i costi diretti e i costi indiretti.

I costi diretti sono spese specifiche che possono essere direttamente attribuite alla produzione di un determinato bene o servizio. Ecco alcuni esempi comuni di costi diretti:

  • Materie prime: Il costo dei materiali utilizzati nel processo di fabbricazione o produzione è un costo diretto.
  • Manodopera: I costi della manodopera diretta comprendono i salari e i benefici pagati ai lavoratori direttamente coinvolti nel processo produttivo.
  • Forniture per la produzione: I costi delle forniture e dei materiali utilizzati specificamente nel processo di produzione, come strumenti, energia o altri materiali di consumo, sono considerati costi diretti.
  • Spese dirette: Alcuni costi, pur non essendo strettamente legati alle materie prime o alla manodopera, sono direttamente associati a un particolare progetto o prodotto.

I costi indiretti sono spese che non possono essere direttamente collegate a un prodotto, servizio o progetto specifico. A differenza dei costi diretti, che sono direttamente associati al processo produttivo, i costi indiretti sono sostenuti per il beneficio generale dell’azienda e sono difficili da attribuire a un particolare oggetto di costo. Ecco alcuni esempi comuni di costi indiretti:

  • Costi generali: Le spese relative al funzionamento generale di un’azienda, come l’affitto, le utenze e le forniture per ufficio, sono considerate costi indiretti.
  • Stipendi amministrativi: Gli stipendi dei dipendenti che ricoprono ruoli amministrativi, come il personale di gestione e di supporto, sono tipicamente trattati come costi indiretti.
  • Ammortamento: La perdita graduale di valore dei beni nel corso del tempo, nota come ammortamento, è spesso trattata come un costo indiretto.
  • Costi assicurativi: Le assicurazioni aziendali generali che coprono vari aspetti delle operazioni aziendali, come l’assicurazione di responsabilità civile, sono considerate un costo indiretto.
  • Imposte: Le imposte che si applicano all’intera attività aziendale piuttosto che a prodotti o servizi specifici rientrano nella categoria dei costi indiretti.

Come calcolare il costo del venduto?

La padronanza del calcolo del COGS è parte integrante di una gestione finanziaria efficace. La formula del COGS è semplice: COGS = Rimanenze iniziali + Acquisti del periodo – Rimanenze finali. Illustriamola con un esempio pratico:

Supponiamo che l’inventario di apertura di un’azienda sia di 50.000 dollari, che gli acquisti effettuati nel periodo ammontino a 30.000 dollari e che l’inventario di chiusura sia di 20.000 dollari.

Questo esempio fornito da ProfitBooks sottolinea la semplicità del calcolo e la sua importanza fondamentale nella valutazione della struttura dei costi di un’azienda.

Nel caso di modifica dei costi diretti, esistono tre approcci per il calcolo del COGS:

  1. FIFO (First In, First Out)
  2. LIFO (Last In, First Out)
  3. Costo medio

Immaginiamo che abbiate rilasciato prodotti per la rivendita in tre lotti distinti nel corso dell’anno. Siete riusciti a vendere un totale di 400 unità.

  • Lotto 1: 100 unità a 12 dollari l’una (1.200 dollari in totale)
  • Lotto 2: 250 unità a 12,50 dollari l’una (3.125 dollari in totale)
  • Lotto 3: 150 unità a 13 dollari l’una (1.950 dollari in totale)

FIFO
L’applicazione del metodo FIFO implica l’ipotesi che i primi prodotti acquistati siano i primi a essere venduti. Quindi, avete venduto 100 prodotti a 12 dollari l’uno, 250 prodotti a 12,50 dollari l’uno e 50 prodotti a 13 dollari l’uno. Calcolando il COGS si ottiene un totale di 4.975 dollari.

(100 * $12) + (250*$12.50) + (50 * $13) = $4,975

LIFO
Con il metodo LIFO, si presume che gli ultimi prodotti acquistati siano stati i primi a essere venduti. Di conseguenza, avete venduto 150 prodotti a 13 dollari l’uno e 250 prodotti a 12,50 dollari l’uno, ottenendo un COGS di 5.075 dollari.


(150 * $13) + (250 * $12.50) = $5,075

Costo medio
Il metodo del costo medio tiene conto del costo medio di ciascun prodotto. In questo caso, il costo medio è di 12,55 dollari per unità.


((100 * $12) + (250 * $12.50) + (150 * $13)) / 500 = $12.55

Una volta stabilito il costo medio, è possibile calcolare il COGS.

Vantaggi del COGS per le aziende

Approfondendo i vantaggi dell’analisi del COGS si scopre una pletora di benefici per le aziende. Dall’informazione sulle strategie di prezzo all’ottimizzazione della gestione delle scorte, un esame meticoloso del COGS può consentire alle aziende di prendere decisioni finanziarie informate. Inoltre, fornisce informazioni sull’efficienza della produzione e aiuta a individuare le aree di riduzione dei costi.

5 consigli per ridurre il COGS

La riduzione del COGS è un imperativo strategico per le aziende che mirano a massimizzare i margini di profitto. Ecco cinque consigli pratici per raggiungere questo obiettivo:

  1. Ottimizzare la gestione delle scorte: Implementare sistemi efficienti di controllo delle scorte per minimizzare i costi di mantenimento e ridurre il rischio di obsolescenza.
  2. Sfruttare la tecnologia: Utilizzare software di contabilità avanzati e strumenti di modellazione finanziaria per snellire i processi, migliorare l’accuratezza e identificare le opportunità di risparmio.
  3. Negoziare con i fornitori: La costruzione di solidi rapporti con i fornitori può portare a condizioni favorevoli, sconti su grandi quantità e riduzioni complessive dei costi delle materie prime.
  4. Valutare le spese operative: Esaminare le spese operative, tra cui assicurazioni, prestiti auto e servizi professionali, per individuare le aree in cui è possibile risparmiare sui costi senza compromettere la qualità.
  5. Implementare le strategie di marketing: Migliorare gli sforzi di marketing per aumentare la visibilità del prodotto, potenzialmente aumentando il volume delle vendite e distribuendo i costi fissi su una base di ricavi più ampia. Potete esplorare il nostro elenco di agenzie di marketing affidabili e scoprire l’assistenza di esperti per migliorare le vostre strategie di marketing.

Ottenere il massimo profitto

In conclusione, la gestione efficace del Costo del venduto è fondamentale per le aziende che cercano di ottenere la massima redditività. Comprendendo le componenti, calcolando accuratamente il COGS e attuando iniziative strategiche per ridurre i costi, le aziende possono posizionarsi per un successo finanziario duraturo. Ridurre il COGS non è solo una misura di riduzione dei costi. Si tratta di un approccio strategico per ottimizzare le operazioni aziendali e massimizzare i margini di profitto nell’attuale ambiente di mercato competitivo.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *